Cerca una parola
negli articoli
  Puoi leggere tutta la nostra raccolta
di articoli anche in quest'altra pagina
Sulla stampa...
12/06/2019
È l’Albinia la prima semifinalista, liquidata la Nuova
COPPA PASSALACQUA. Il portiere Cogno sbroglia le situazioni più difficili, doppietta di Vettori, Magini trasforma un calcio di rigore


GROSSETO. L’Albinia supera per 4-2 la Nuova Grosseto ed è la prima semifinalista della Coppa Passalacqua. Bella prestazione dei giovani di mister D’Arrigo e vittoria meritata, anche se con qualche fatica nel finale. Della Nuova resta una bella reazione con due reti siglate nel secondo tempo (ed un grande Cogno ad opporsi fra i pali in più di un’occasione) ma tardi per cercare di rimettere in ballo una gara piuttosto compromessa nel primo tempo.
La prima conclusione è della Nuova Grosseto con Martini che al 4’ di sinistro al volo colpisce il palo ma è l’Albinia a passare in vantaggio con Vettori con un’improvvisa conclusione di destro dai trenta metri che sorprende Stefanini. Il vantaggio scompone un po’ la squadra di mister Vallefuoco mentre l’Albinia acquista maggior vigore e lucidità. Il 2-0 è nell’aria e ci pensa Lelli a concretizzarlo con un altro tiro forte, preciso ma ancora non impossibile da prendere per il portiere grossetano. Al 24’ Angelino ha una buona occasione quando Cogno lo anticipa di un soffio ma manca l’attimo per segnare la rete che poteva accorciare le distanze. Conti segna il 3-0 al 32’: assist da Biagiotti, stop di petto dal limite, rimbalzo e destro in gran velocità che non lascia scampo a Stefanini.
Nella ripresa, parte bene la Nuova Grosseto e mantiene vivo l’incontro: bel dribbling di Mangiaracina, Cogno con un balzo riesce ad evitare il gol; al 57’ Ferraro sfiora il palo e al 60’ Angelino cerca fortuna con un destro da fuori area che Cogno blocca a terra. Sull’altro fronte invece Troncarelli tira alto e un esterno sinistro di Lelli finisce fuori. Al 62’ Marconi concede un rigore alla Nuova Grosseto: mano di Biagiotti in area e Magini dal dischetto trasforma. Vettori (72’) ristabilisce le distanze (doppietta per lui). La Nuova ha ancora energie e torna in partita dopo solo un minuto: batti e ribatti con Cogno autore di una strepitosa parata su Martini ma sulla respinta arriva Angelino che fissa il punteggio sul 4-2. —

DOPO IL 90’
«I miei ragazzi hanno dato tutto, peccato davvero»


«I ragazzi hanno dato tutto. Nel secondo tempo siamo stati efficaci ma non c’è stato modo di recuperare la gara nonostante il loro calo fisico. Peccato, tutto il torneo è stato costellato di episodi sfortunati. Nel primo tempo l’Albinia ha creato molto ma in area non abbiamo concesso niente ed i loro gol sono venuti da tiri da fuori area». Vincenzo Vallefuoco, tecnico della Nuova Grosseto, non nasconde il dispiacere per l’uscita di scena della sua squadra: «Ho qualche recriminazione da fare ma la tengo per me». Dall’Albinia arrivano parole di elogio verso gli avversari: «Giocavo senza molti ragazzi impegnati per motivi di studio – dice mister D’Arrigo – per questo ho schierato una formazione rimaneggiata a cui devo fare i complimenti per aver portato a casa questa vittoria. Ora pensiamo alla semifinale ma è doveroso fare i complimenti alla Nuova che con qualche elemento di qualità ci ha fatti soffrire nel secondo tempo. Cogno è un portiere di assoluto valore che ha risolto alcune situazioni importanti ma sono contento della prestazione di tutti».

vedi l'articolo originale
Stefano Fabbroni
Letto 105 volte