Cerca una parola
negli articoli
  Puoi leggere tutta la nostra raccolta
di articoli anche in quest'altra pagina
Sulla stampa...
11/06/2019
Albinia – Nuova Grosseto 4-2 (3-0)
Passalacqua 2019 Quarti di finale
ALBINIA: Cogno, Barbini, Piersanti, Biagiotti, Delle Piane, Mecarozzi (32' st Calussi), Troncarelli (40' st Frulletti), Vettori (47' st Caprini), Sabatini, Lelli (20' st Giudici), Conti (11' st Orsini). A disposizione: Costagliola, Rum, Salernitano, Bianciardi. All. D'Arrigo.
NUOVA GROSSETO: Stefanini, Camerlengo, Ortis (1' st Cosci), Mariotti (1' st Ferraro), Magini, Buccianti, Ferrari (18' st Giustarini), Pacchini (29' st Laurenti), Angelino, Brasini (1' st Mangiaracina), Martini. A disposizione: Cicia, Calzolani, Bojinov, Vecchi. All. Vallefuoco.
ARBITRO: Marconi (assistenti Di Monaco e Lampedusa).
RETI: 8' Vettori, 14' Lelli, 32' Conti, 17' st Magini (rig.), 26' st Vettori, 28' st Angelino.
NOTE: ammoniti Barbini, Delle Piane, Sabatini, Martini. Calci d'angolo 0-3. Recupero: 1' + 5'.

E' l'Albinia la prima semifinalista della coppa. La carta d'imbarco è timbrata 4-2, risultato con il quale i bianchi di D'Arrigo hanno eliminato la Nuova Grosseto. Esito che si può definire meritato ma che contiene diversi rimpianti da parte della Nuova tra i quali spicca un primo tempo decisamente negativo sul piano del gioco e della concentrazione. E' qui che l'Albinia ha costruito la qualificazione capitalizzando al meglio le conclusioni verso Stefanini in serata no e imbrigliando le manovre avversarie per altro fumose. La Nuova ha una partenza piena di speranze. Al 6' Martini inventa un diagonale improvviso dalla destra, Cogno (grande partita la sua) tocca quel tanto che basta per far arrivare la sfera sul legno alla sua sinistra. Scampato il pericolo l'Albinia prende possesso del sintetico. Vettori al minuto 8 vara una conclusione potente dai 30 metri, Stefanini resta immobile a guardare l'uno a zero. Breve intervallo fino al 14' quando Lelli, sempre dalla stessa distanza, imita Vettori con traiettoria centrale, Stefanini imita se stesso ed è 2-0. La Nuova resta tramortita fino al 25' quando Cogno deve chiudere in uscita bassa su Angelino. Passa un minuto e Lelli ci riprova dai 30 metri, Stefanini tocca mettendo sulla traversa. L'estremo difensore della Nuova nulla può al 32': Conti controlla, si gira scaricando un diagonale secco quanto potente, che si infila in porta a mezz'altezza. Tutto molto bello ed è 3-0. La frazione si chiude con la mancata deviazione di Angelino nei pressi della porta avversaria.
Vallefuoco cambia tre uomini a inizio ripresa e un raggio di sole illumina la Nuova. Mangiaracina al 7' salta 3 uomini poi arriva Cogno a bloccargli la strada, Angelino (14') fa tutto da solo, Cogno blocca. Cambia il panorama della sfida. La mano di Biagiotti in area significa rigore (17'), trasforma Magini ridando linfa alla Nuova, 3-1. Annusato il pericolo l'Albinia al 26' confeziona una manovra veloce, esteticamente apprezzabile con Vettori a firmare doppietta e il 4-1. Poi i ragazzi di D'Arrigo calano fisicamente e la Nuova si getta in avanti trovando la rete del 4-2 con Angelino dopo due miracoli di Cogno. Alla mezz'ora martini manca la porta scivolando sottomisura, al 41' Cogno è stupendo a mettere sulla traversa il colpo di testa di Mangiaracina. Poi è troppo tardi.
g.m.
Letto 102 volte